venerdì 3 novembre 2017

Botte alla compagna incinta a Civitanova Marche. Solo denunciato.



Lo ha sorpreso a letto con un’altra e hanno litigato. La reazione dell’uomo, un trentaquattrenne di origine dell’Est Europa ma residente a Civitanova Marche, è stata di una violenza inaudita: calci e pugni senza la minima considerazione della condizione della donna che è incinta all’ottavo mese. La donna è finita all’ospedale ma, fortunatamente, le sue condizioni e quelle del nascituro sembrano non destare particolari preoccupazioni, risolvendosi il tutto con una prognosi di dieci giorni. L’uomo è stato soltanto denunciato, nonostante l’efferatezza del suo gesto. Il solito garantismo all’italiana.  

Luca Craia