martedì 24 ottobre 2017

Un capodanno a Bolognola per tornare a vivere.




Sibillini anno zero”, così si chiamerà l’evento che si sta organizzando in quel di Bolognola per il prossimo capodanno. Una grande festa per celebrare l’arrivo del nuovo anno e lasciarsi alle spalle quello vecchio, senza però dimenticare i tanti problemi irrisolti. Per una sera ci si diverte, ma sempre con l’intento di portare bene a queste terre, i Sibillini, martoriate dal terremoto e massacrate dalla stoltezza dell’uomo.
Il logo ufficiale del'iniziativa, scelto dagli iscritti al gruppo Facebook "Un Aiuto Concreto per i Sibillini" su unra rosa di cinque proposte.
L’organizzazione sta predisponendo spazi per i camper e posti in B&B, in modo di poter ospitare quante più persone possibili tra Bolognola, Pintura di Bolognola e Fiastra. Nei prossimi giorni verranno fornite le ubicazioni delle aree camper e delle strutture che aderiscono all’iniziativa.
Si sta anche cercando di organizzare, in collaborazione con BolognolaSki, una grande fiaccolata per rappresentare tutte le località sciistiche dei Sibillini, anche e soprattutto quelle ancora chiuse a causa del terremoto, Frontignano e Monte Prata. Per chi non scia ci sarà una ciaspolata tra le nevi immacolate. “Un segnale forte trasmesso dall’emozione di una fiaccolata per ricordare a chiunque ci seguirà che i Sibillini non solo sono vivi” dicono gli organizzatori “ma intendono brillare di vita”.
CI si ciberà soltanto di prodotti locali, con le note e prelibate specialità enogastronomiche e qualche ghiotta sorpresa, come lo spumante brut della ditta Coppacchioli di Cupi grazie ai vitigni della vigna più alta delle Marche. “Queste montagne sono meravigliose, vivibili in ogni stagione, e lo dimostreremo” dicono gli organizzatori. Per informazioni: unaiutoconcretoperisibillini@gmail.com

Luca Craia