lunedì 30 ottobre 2017

Programma triennale delle opere pubbliche. Che faranno a Montegranaro?

È stato pubblicato oggi dal Comune di Montegranaro il Programma Triennale delle Opere Pubbliche per il periodo 2018/2020. Salta all’occhio che questa amministrazione, nel 2020, presumibilmente non ci sarà più o, se ci sarà, sarà comunque al governo del paese con un nuovo mandato, quindi potrebbe sembrare un documento oltremodo ottimistico ma, essendo la legge a renderlo obbligatorio, questo è.
Il documento elenca le opere che si vorrebbero fare nei prossimi tre anni e ovviamente non significa necessariamente che si faranno, specie se queste figurano al secondo o addirittura al terzo anno. Però è interessante perché ci dà il polso di quello che hanno in testa i nostri governanti. Scorrendo l’elenco, per esempio, scopriamo che è sparito il progetto per un centro sportivo a San Liborio, nella cosiddetta “lottizzazione Rossi”. Che ci abbiano ripensato o no non lo sappiamo ma lì non c’è.
Tra le voci, sempre per fare un esempio, compare una “riparazione danni sisma chiesa di San Serafino per un importo cospicuo: 1.040.000 Euro. E qui sorge la domanda: ma non hanno riaperto la chiesa dicendo che era a posto? Adesso che danni devono riparare spendendo un milione? Idem dicasi per la torre dell’Annunziata, oggetto di un intervento di recupero finanziato da Città Vecchia ma che figura anche nell’elenco alla voce “riparazione danni torre dell’Annunziata”. Anche qui, di che danni parliamo?
Interessante anche notare la voce “lavori di sistemazione e realizzazione centro sociali nei quartieri”, che viene programmata per il secondo anno, quindi per il 2019, anno in cui terminerà, in primavera, il mandato di questa amministrazione, oppure la voce “completamento sistemazione viabilità e infrastrutture connesse”, che appare addirittura al 2020, anno in cui ci sarà un’altra amministrazione a governare Montegranaro, che poi sia composta dagli stessi elementi odierni poco importa. Insomma, se ne potrebbe dedurre che non ci sia tutta quest’intenzione di creare i centri sociali e mettere a posto le strade. Comunque, qui sopra vi ho messo la tabella, se vi volete divertire a spulciare tra le varie opere in programma. E poi, chi vivrà vedrà.


Luca Craia

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.