sabato 16 settembre 2017

Ristrutturazione in vicolo Penna. Una notizia in controtendenza per il centro storico di Montegranaro



Una buona notizia. Ogni tanto abbiamo anche bisogno di buone notizie, altrimenti la sensazione di sfascio che ci affligge e ci trascina in una sorta di depresso immobilismo potrebbe prendere il sopravvento e farci desistere da ogni iniziativa. Nel centro storico di Montegranaro vedere un’impalcatura nuova troppo spesso è allarmante perché, nella maggior parte dei casi, si tratta di un’ennesima messa in sicurezza di qualche stabile pericolante. In questo caso no, si tratta di una ristrutturazione.
In vicolo Penna c’è una bellissima casa, forse uno degli angoli più belli di questo bellissimo e particolarissimo centro storico che sarebbe una perla se solo si attuassero politiche per il suo recupero e rivalutazione piuttosto che le trite e ritrite stupidaggini che da anni ci propinano come soluzioni. Nei giorni scorsi è stata eretta un’impalcatura a ridosso della casa non per sorreggerla ma per ristrutturarla. Questo è un fatto estremamente positivo.
La casa è stata acquistata da un privato che ha deciso di investire nel centro storico. Una decisione in controtendenza, autonoma, che ha poco a che fare con le iniziative estemporanee e inutili come le case a un Euro o altre scempiaggini. C’è semplicemente un cittadino che pensa che investire nel centro storico sia possibile.
Ed è possibile: vivere nel centro storico, nonostante i tanti problemi che non possiamo nascondere, è ancora un vivere privilegiato: silenzio, poche auto, un panorama mozzafiato, la sensazione di risiedere nella magia di un luogo prezioso. È questa la politica che si dovrebbe perseguire. Bisogna avere cura del centro storico, tenerlo pulito, in ordine, curarne gli arredi, prestare la massima attenzione all’ordine, anche quello pubblico. Se la Cosa Pubblica facesse la sua parte, se cominciasse a risolvere i piccoli problemi anziché far finta che non ci siano, sarebbe un ottimo inizio. In realtà basterebbe innescare un circolo virtuoso e riportare la gente a investire nel castello. La casa di vicolo Penna dimostra che si può fare. Occorrerebbe farlo capire a chi prende le decisioni per tutti e che, fino a oggi, ha solo fatto comunicati stampa vuoti e sterili.

Luca Craia

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.