venerdì 15 settembre 2017

Pazzaglini e Einstein: la sfiducia e la rabbia (misurata) di un Sindaco.



Non ha mai lesinato critiche al Governo, Giuliano Pazzaglini, Sindaco di Visso, uno dei paesi più colpiti dal terremoto nelle Marche. È da tempo che il Primo Cittadino della perla dei Sibillini tuona contro il Governo Nazionale e quello regionale per gli inqualificabili ritardi coi quali si sta portando avanti la macchina dell’emergenza post sisma. La situazione è esasperante sotto ogni aspetto, vista la sostanziale stasi a cui è facile trovare riscontro semplicemente facendosi un giro nelle zone colpite.
Pazzaglini cita direttamente le parole di Matteo Renzi che, in tema di olimpiadi, disse: “Se hai paura che qualcuno rubi, organizzi controlli efficienti. E arresti il ladro. Se invece - per paura che qualcuno rubi - costringi il cittadino a rinunciare al grande evento, la criminalità ha già vinto. E tu, politico, hai perso”. Sono parole condivisibili ma in netta contraddizione con quanto sta accadendo per una situazione ben diversa e molto più grave di quella rappresentata dalle olimpiadi.  Per la ricostruzione, invece, Renzi “ha disposto affinché i comuni fossero esautorati” dice il Sindaco “e  ‘il grande evento’ (leggi ricostruzione), non c'è”.
La domanda che si pone è se questo “evento” ci sarà mai. “Visto che fino ad ora non c'è nemmeno il piccolo evento (che poi tanto piccolo non sarebbe visto che penso a casette, negozi e stalle) se non cambia sistema temo che la risposta non potrebbe essere favorevole. E questo direi che è un grande problema”. Il punto è questo: l’economia sta morendo, neanche tanto lentamente, e questi sono danni che si riparano male, se mai si riuscirà a ripararli.
“Un problema non può essere risolto allo stesso livello di conoscenza che l'ha creato” afferma Pazzaglini citando Einstein. È uno spunto sul quale vi invito a riflettere con molta attenzione. Pazzaglini, in realtà, l’analisi l’ha già fatta ed è un’analisi che condivido, riassunta semplicemente così: “Chi sono io per contraddire Einstein?”

Luca Craia