domenica 10 settembre 2017

Montegranaro - Il PD vende la sede storica

È stata acquistata con i soldi ricavati dalle tante iniziative, in particolare con le grandi feste dell'Unità, quando alla Festa dell'Unità ci andavano tutti o quasi, non solo la tifoseria. È stata acquistata coi sacrifici degli iscritti, il loro impegno, il loro lavoro, il loro sudore. È stata scenario di pezzi di storia montegranarese, di incontri, scontri, decisioni e scelte cruciali. Oggi il Partito Democratico si vende la storica sede di Palazzo Francescani.
La decisione è della segreteria provinciale che ha deliberato l'alienazione di tutre le sezioni di proprietà del Partito esistenti nella provincia di Fermo. A Montegranaro, dicono, non si poteva che attenersi a questa decisione. Immagino, però, qualche antico comunista che ricordo con quale disciplina l'avrebbe accettata.
Da persona mai iscritta al Partito ma che in quella sede, come ospite, ha contribuito, anche minimamente, a scrivere qualche pagina di storia paesana, non posso che essere triste per questa notizia ma non posso che prenderne atto. Del resto è anche vero che una sede così ampia non serve piu: oggi, quelli che decidono veramente dentro a quel partito, possono tranquillamente riunirsi in una cabina telefonica.

Luca Craia