martedì 26 settembre 2017

Fiera di San Serafino: rivoluzione per gli stalli tardiva. Viale Gramsci ridotto. Pochi i richiedenti.



La nuova disposizione dell’area di viale Gramsci e largo Conti rivoluzionerà fortemente le abitudini dei Montegranaresi e già lo sta facendo. A lavori non ancora ultimati, già dovremo abituarci a un cambiamento di poco conto ma che, comunque, si farà notare: la dislocazione della fiera di San Serafino.
Il tradizionale mercato che cade ogni anno nel giorno del Santo Patrono di Montegranaro, fino all’anno scorso, vedeva il suo cuore nell’area centrale del paese, in particolare tra piazza San Serafino, largo Conti e viale Gramsci. Ovviamente, con le sostanziali e importanti modificazioni dell’arredo urbano in questi spazi, sarebbe stato impensabile mantenere le planimetrie degli stalli così come le conosciamo da decenni. Così quest’anno ci sarà una nuova geografia delle bancherelle che diminuiranno dietro le mura per aumentare in numero davanti al cosiddetto “palazzaccio”.
È curioso che, pur sapendo che il rifacimento dell’area avrebbe modificato sostanzialmente la fiera, si sia pensato a ridisporre gli stalli solo oggi, con un’apposita ordinanza del Sindaco che arriva a un paio di settimane appena dall’evento. Ma, come si dice nella stessa ordinanza, essendo molte meno le domande rispetto ai posti disponibili – si parla di 141 espositori contro 195 spazi – si potrà comunque ridistribuire gli stalli senza creare pregiudizi per i commercianti, almeno questo è quello che pensano in piazza Mazzini. Bisognerà poi vedere se gli ambulanti la penseranno nella stessa maniera. Intanto i Montegranaresi si abituino all’idea.

Luca Craia

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.