martedì 16 febbraio 2016

Il San Serafino di Castignano




La venerazione del nostro Santo montegranarese, il patrono, l’amatissimo San Serafino è molto diffusa, più di quanto si creda, e ogni tanto trovo testimonianze di quanto sia diffuso il suo culto in tutta Italia. A Civitavecchia, per esempio, nella chiesa dei frati Cappuccini, esiste una splendida tela che rassicura il santo montegranarese e che è stata restaurata recentemente con fondi raccolti dai fedeli.  Oggi vorrei parlare, invece, di una piccola chiesa diroccata edificata a ridosso dell’abitato di Castignano, in provincia di Ascoli Piceno.
Il piccolo tempio fu edificato dai frati Cappuccini nel 1765, come riportato su un mattone incastonato nella facciata principale. Nacque come oratorio pubblico per volontà della famiglia Fioravanti de Castiglioni. La pianta è rettangolare alla quale successivamente fu aggiunta un’abside utilizzata come sacrestia.
La chiesa è fortemente lesionata ma si riconoscono all’interno alcuni affreschi, purtroppo illeggibili, parti di un dipinto su legno, anch’esso ormai perso, e diverse decorazioni murarie che fanno pensare a un tempio piuttosto ricco. Ringrazio l’amica Delia Ficcadenti per le informazioni fornitemi (fonte: San Serafino – Chiesetta rurale, di Grilli, Barbizzi, D’Angeli, De Vecchi, edizioni Tascabili ISC Montalto delle Marche).





Luca Craia