sabato 5 dicembre 2015

Senza dilazioni a nove giorni da Natale. Buon sedici dicembre, Montegranaro.



Due righe due di ringraziamento all’amministrazione Mancini per l’introduzione, anche a Montegranaro, della Tasi, tassa iniqua sulla prima casa, che viene accollata ai tartassati sudditi nonostante la promessa di non farlo. La cosa è nota, se ne è parlato e diciamo che magari può anche essere che senza Tasi non si potrebbe andare avanti, non si potrebbero fare le opere titaniche che sembra siano in programma, non si sarebbe potuto costruire un giardino su una frana ancora in movimento, non si sarebbe potuto mettere a norma un palazzetto dello sport in cui qualche decina o poco più di appassionati vanno a vedere la partita (mentre le tasse le pagano a migliaia), non si sarebbe potuto rifare il tappeto erboso dello stadio dove qualche decina o poco meno di tifosi vanno a vedere la partita (sempre mentre le tasse le pagano a migliaia) e così via discorrendo.
Ma non dare nemmeno la possibilità di dilazionare l’importo da pagare mi pare troppo persino per la ben nota cattiveria di chi fa bilanci e conti a Montegranaro. A nove giorni dal Natale, cari concittadini e care concittadine, pagherete tutte insieme le tasse di un anno, perché prima hanno tentennato e ora ve le appioppano in blocco. E voi, insieme a me, sentitamente ringraziate.

Luca Craia