sabato 5 dicembre 2015

Sempre più cattiva la politica degli ubaldiani



È di oggi la pubblicazione di un fotomontaggio da parte di Gioventù Libera, il “braccio armato” di Liberi per Montegranaro, la pagina in cui, normalmente, vengono pubblicati gli attacchi più cattivi e meschini. Il fotomontaggio, che vedete sopra, ritrae un Lucentini all’uscita di un supermercato (che non so quanto sarà contento di questa pubblicità, diciamo, gratuita ma non richiesta) con una busta della spesa contenente, tra vari generi, le teste di Eros Marilungo e Sara Di chiara. La didascalia dice: “In attesa dell'apertura della sessione invernale del calciomercato, in cui qualcuno potrebbe cambiare casacca, Lucentini approfitta delle svendite natalizie per fare acquisti. Chi sa se le compere andranno a buon fine???”
Ora, io trovo che un conto è la satira e un conto è la cattiveria. Un conto è la discussione anche accesa sugli argomenti e un conto l’attacco alle persone. Un conto è lo scherzo un conto è l’offesa. Purtroppo da questa parte politica – e basta scorrere la pagina di Gioventù Libera per rendersene conto – vengono sempre e solo attacchi alle persone, cattiverie, veleno. Se oggi il clima, a Montegranaro, è così teso, se la gente si guarda in cagnesco, se le fazioni politiche non discutono più di questioni ma di persone, lo dobbiamo in larghissima parte a questo modo di gestire il dissenso.
Mancanze di rispetto macroscopiche, modi rudimentali, cattiveria allo stato puro. È un modo di fare politica inedito a Montegranaro, dove le fazioni si sono sempre scontrate ma non si è mai intaccato il rispetto tra le persone. Questo sistema sta generando spaccature enormi nella società civile, spaccature che saranno difficilissime da sanare quando e se questo brutto momento passerà.
E intanto il Vicesindaco, capo e idolo dei giovani che gestiscono la pagina, una pagina in cui nessuno firma mai le pubblicazioni e se ne assume le responsabilità, mantiene le mani pulite, guarda da lontano. E se la ride. Ma è un riso amaro, perché tutto questo, prima o poi, gli si ritorcerà contro, politicamente parlando.


Luca Craia