mercoledì 2 dicembre 2015

Bello il calendario delle manifestazioni. Ma la firma che c’entra?



È davvero un bel calendario quello stilato dal Comune di Montegranaro per promuovere le iniziative culturali e ricreative del periodo natalizio. È un calendario che nasce mettendo insieme tutte le proposte che vengono dalle varie associazioni cittadine e che offre una serie di eventi che riempiono ogni giorno di festa. Ce n’è per tutti, dalla musica classica alla leggere fino alla musica medievale di Arkeo. Ci sono spettacoli, giochi per bambini, due visite guidate alle nostre bellezze artistiche sempre da parte di Arkeo e Il Presepe Vivente che, quest’anno, cerca di battere il record di figuranti. C’è una città vivace e viva.
Il coordinamento delle associazioni, inteso in questo modo, funziona. Funziona perché, in realtà, non è altro che la calendarizzazione degli eventi e la sua giusta promozione anche tramite i canali istituzionali che, in questo caso, sostengono quella che normalmente le associazioni già fanno. Accantonata quindi la bislacca idea della consulta, bocciata a gran voce dalla stragrande maggioranza dei sodalizi, ora si percorre una strada più semplice e, forse, più efficace.
Peccato quelle firme sotto il manifesto. Sì, perché, anche se così sembrerò quello che va a cercare il pelo nell’uovo, a volte il pelo nell’uovo è segno di scarsa igiene. Così vedere sotto l’elenco degli impegni di tanta gente di buona volontà la firma dell’assessore e del sindaco, come a dire “guarda come siamo bravi” e prendersi meriti che non spettano, un po’ mi innervosisce. Ma passerà.

Luca Craia