mercoledì 18 novembre 2015

FDI REPLICA A DI COSMO

Ricevo e pubblico.

Il segretario provinciale della CGIL ha sovvertito lo stato reale dei fatti. Siamo noi a chiedere che prevalga l'equità e la giustizia sociale a discapito del privilegio. Non si può utilizzare il principio di uguaglianza a proprio piacimento per giustificare le proprie posizioni ideologiche per di più disancorate dalla realtà del mondo reale. In Italia ci sono 4 milioni di italiani che hanno toccato la soglia minima di povertà ed anche qui a Montegranaro ci sono molte famiglie in difficoltà economica, alcune delle quali non riescono a far fronte nemmeno alle spese primarie . Alcune famiglie addirittura non hanno soldi per acquistare i libri di testo per i propri figli perchè entrambe i genitori disoccupati . In un contesto del genere appare chiara la necessità di dare una risposta politica forte nei confronti di queste persone. Appare incredibile , come il segretario provinciale della CGIL Di Cosmo possa dire che “ il criterio della durata della residenza sia manipolabile a seconda della nazionalità “ , in realtà questo è un criterio meritocratico e di grande equità e giustizia sociale , che non opera nessuna discriminazione : più anni risiedi sul territorio comunale , più possibilità hai di salire in graduatoria nell'assegnazione a prescindere dalla propria nazionalità di provenienza . L’introduzione di questo criterio, oltre che consentire una distribuzione equa degli alloggi popolari tra famiglie italiane e straniere , impedirebbe anche la formazione di ghetti e faciliterebbe l'integrazione degli stranieri, residenti da anni nel nostro territorio, con gli italiani. Appare, altresì, inverosimile e sconcertante, l' affermazione di De Cosmo il quale bolla come “ stravaganza reazionaria “ la nostra proposta , invitando addirittura l'amministrazione a non seguirla perchè proveniente dalla “ foresta xenofoba e razzista “ scomodando addirittura i principi della misericordia francescana e della carità cristiana . Di Cosmo , che addirittura accusa di fdi di demagogia, non sa ( o fa finta di non sapere ) che uno dei punti principali del programma politico di Fratelli d' Italia a livello nazionale e regionale , è proprio la modifica dei criteri di attribuzione delle case popolari e tutti gli esponenti politici nazionali e locali del partito si stanno dando da fare su questo tema avanzando proposte concrete nelle opportune sedi. Anziché occuparsi delle tematiche politiche ed amministrative locali , dovrebbe piuttosto concentrare le proprie attenzioni sui riflessi negativi che le sanzioni alla Russia stanno producendo sul distretto calzaturiero, le quali stanno provocando la chiusura di diverse aziende e la mobilità di molti lavoratori con conseguente perdita di numerosi posti di lavoro. 

Abramo Cimadamore Referente Comunale Fratelli d’italia – AN - Montegranaro