lunedì 5 ottobre 2015

Le fontane del Lu Voccentò



Io capisco che alle donne e agli uomini del PD siano animati da un sentimento di rabbia distruttiva, nei confronti delle fontane, del resto ci hanno perso diverse elezioni. Di fronte alla fontana di Santa Maria l’opposizione sparava sul costo per la collettività, a fine campagna elettorale, dopo una gara a chi la sparava più grande, dicendo che si erano superati gli 800 milioni per la sola fontana di Santa Maria, oggi da mesi vuota e spenta. Un po’ come succede oggi per i debiti fuori bilancio: non si riesce ancora a sapere quanti sono. Veramente i 5 stelle ci hanno provato a mettere un punto ma, vista la mala parata, si sono concentrati sulle barriere architettoniche (speriamo riescano a vincere questa, che è una battaglia di civiltà). Se il punto non si pone, il debito lo si può allungare o accorciare a seconda delle situazioni. Comunque sia, le fontane a Montegranaro non ci sono più, alcune sono proprio sparite, le altre, se ci sono, non sono funzionati. Un patrimonio negato alla comunità, che ha tutto il diritto di godere dei beni che ha profumatamente pagato.

Lu Voccentò