martedì 20 ottobre 2015

Il laghetto ai privati. Diventa a pagamento?



Il Comune di Montegranaro, dopo aver abbandonato a se stessa l’area del cosiddetto “Parco Fluviale del Chienti”, fa sapere oggi che intende affidarne la gestione a un “soggetto terzo”. L’area, in passato luogo di incontro, di svago, di manifestazioni, è stata sempre, finchè è stata fruibile, un luogo pubblico e aperto a tutti. Ora l’idea di darla in gestione a un privato mi pare delicata, perchè il privato normalmente non fa il missionario e, quindi, un guadagno lo deve ottenere. Come farà? Diventerà a pagamento? Non sarà più un luogo aperto e libero? Non sarà a disposizione dei cittadini sempre e comunque? Da quello che apprendiamo si capisce che, chi gestirà l’area, avrà modo di impiantare struttura per la pesca sportiva e altre attività. Non vorrei che il laghetto diventi una delle tante strutture sportive montegranaresi, tutte appannaggio di società private e precluse ai cittadini.

Luca Craia