giovedì 22 ottobre 2015

Beverati il protettore degli amici, secondo i 5 Stelle (ma lo ha detto lui)




Chiedono conto a Beverati, i pentastellati montegranaresi, delle sue gravissime affermazioni pronunciate nel corso dell’ultimo Consiglio Comunale. E hanno ragione, perché un uomo che fa parte delle Istituzioni non può affermare di aver sottaciuto informazioni importanti per evitare di mettere nei guai persone che conosce. È un’affermazione di una gravità inaudita. E sono tutte testimoniate dal video messo in rete su Youtube dal Movimento Cinque Stelle (vedi sotto).
Questi si chiedono:
1 - Quando Beverati era Consigliere Comunale di minoranza, non avrebbe dovuto controllare e portare alla luce gli illeciti di cui era a conoscenza? Non era un suo preciso compito istituzionale?
2 - Non sarà che l’assessore vada ad applicare lo stesso comportamento di tutela degli amici anche nelle sue vesti di amministratore?
Carlo Pirro, consigliere comunale dei Cinquestelle, si dice preoccupato. Francamento lo sono anche io, e pure tanto. E comunque credo che, con questi ragionamenti, non si possa amministrare un paese. I Cinque Stelle non lo hanno fatto ma credo sia opportuno che qualcuno chieda ufficialmente una spiegazione convincente o le dimissioni immediate.

Luca Craia