mercoledì 5 agosto 2015

Opposizione a 5 stelle deludente



Mi aspettavo molto di più dal Movimento 5 Stelle. Mi aspettavo un’opposizione tesa, inflessibile, estremamente attenta e molto incisiva. Devo constatare che, invece, a più di un anno dalle ultime elezioni che hanno visto eleggere un rappresentante pentastellato nel Consiglio Comunale montegranarese, l’opposizione del movimento che tanti consensi è riuscito a muovere in Italia, da noi, non riesce a produrre un’azione politica credibile e, soprattutto, visibile.
È vero che c’è stato un cambio di rappresentanza in Consiglio Comunale, cosa, tra l’altro, non molto condivisibile dal mio punto di vista perché chi ha votato ha votato una persona precisa e la staffetta sembra più un giochino di partito, ma, a parte un certo miglioramento della dialettica nel corso del dibattito, grandi differenze non si sono notate. E le iniziative languono.
Il lavoro in Consiglio sembra poco incisivo, le proposte vengono puntualmente snobbate dalla maggioranza, talvolta persino ridicolizzate (vedi la commissione sui debiti fuori bilancio) ma questo non viene opportunamente sottolineato. Manca l’informazione nei confronti dell’elettorato e dei cittadini, mancano azioni che coinvolgano la gente e quelle poche che si vedono, per quanto lodevoli, come la pulizia effettuata nell’area del Palas, trasudano un buonismo vagamente ammiccante che non mi pare appartenga al Movimento.
I vari esponenti locali sono molto impegnati divulgando informazioni a carattere nazionale e trascurano, invece, quelle locali che, pure, abbondano o abbonderebbero. E nei social, dove la loro azione trova il terreno più fertile e naturale, sono accomodanti, mediano, salvo poi trovarli a spada tratta all’attacco su questioni irrilevanti e contro persone amiche. Speriamo che, passata l’estate e la calura, riescano a calibrare meglio il tiro perché Montegranaro necessiterebbe di un’opposizione molto più marcata.  

Luca Craia