giovedì 20 agosto 2015

Assunzioni senza concorso. Quali sono i criteri?



Il Comune di Montegranaro continua a stupirci con effetti speciali sul personale: gente che viene spostata da un ufficio all’altro, dirigenti mandati a fare lavori in cui non sono qualificati o per i quali le loro qualifiche sono eccessive, assunzioni mascherate da altre cose. Abbiamo visto arrivare figure professionali da fuori per coprire ruoli che, in realtà, erano già coperti più che bene dal personale esistente. Assistiamo a incarichi protempore assegnati e rinnovati per periodi piuttosto lunghi. In tutto questo credo sia lecito domandarsi quale sia il vantaggio per il cittadino. Questi movimenti comportano compensi, talvolta anche importanti; comportano remunerazioni che diventano eccessive per il lavoro svolto; comportano disparità di trattamento anche e soprattutto perché mancano dei criteri guida per i quali gli incarichi vengono assegnati. Ad esempio: per un incarico temporaneo viene conferito senza concorso, quali sono i requisiti per essere presi in considerazione? C’è una domanda da presentare? Chi la può presentare? Perché, vedete, il dubbio che tali incarichi vengano dati in funzione non di criteri oggettivi ma soggettivi può venire, specie quando poi a vederseli assegnare sono persone che gravitano in orbite vicine all’amministrazione comunale. Senza per forza avanzare sospetti, non sarebbe più chiaro, trasparente, rispettoso nei confronti dei cittadini adottare dei criteri pubblici e accessibili che diano la possibilità a ogni cittadino di partecipare a una selezione?

Luca Craia