domenica 12 aprile 2015

Chi ci crede a Zacheo?

A parte il fatto che, senza divisa, perde una percentuale di credibilità che varia dal 40 al 60%, Zacheo sindaco o, almeno, candidato tale mi pare un qualcosa di caricaturale. Ma, del resto, è tutta la politica moderna ad essere caricatura di se stessa a cominciare da quel personaggio cabarettistico televisivo che presiede il Consiglio dei ministri. Zacheo, uomo d'ordine, figura integerrima e altera, prima si schernisce, poi si indigna perché accreditato di candidature evidentemente sconvenienti, alla fine si spende in politica, parcheggiando Arma e divisa per quella candidatura sconveniente mascherata da lista civica.
Immagino che l'integerrimo uomo di giustizia e d'arme, se sconfitto,  non sarà vendicativo una volta riassunto l'antico potere. E, se vincitore, saprà essere il primo cittadino di tutti,  compresi gli oppositori. Ma il balletto delle smentite precedente ne mina la credibilità. La mascherata della lista civica aggrava la situazione. E senza divisa, poi, non pare più lui.

Luca Craia

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.