lunedì 9 febbraio 2015

Fare turismo coi cartelli sbagliati






Un piccolo sforzo che l’amministrazione comunale di Montegranaro dovrebbe compiere, con costi bassi e facilità di esecuzione, è il rifacimento della segnaletica turistica stradale. I cartelli sono tutti sbagliati, non ce n’è uno esatto. Ci sono cartelli che indicano la chiesa del SS.Salvatore evidentemente intendendo la chiesa di San Francesco (sede della parrocchia del SS. Salvatore) visto che la suddetta chiesa non esiste più (in realtà ne esiste una porzione - scoperta da Arkeo - ma inaccessibile). Ci sono cartelli che indicano la chiesa di San Liborio come se questa fosse attrattiva turistica. La datazione di Sant’Ugo è sbagliata. Non vengono mai indicate le chiese di San Pietro e dei SS. Filippo e Giacomo, tantomeno palazzo Luciani-Ranier, palazzo Conventati, palazzo Cruciani. Rifare i cartelli costerebbe poco e darebbe un’idea meno raffazzonata del concetto di turismo che abbiamo dalle nostre parti.

Luca Craia