venerdì 23 gennaio 2015

E la giornata della memoria?



Anche quest’anno il 27 gennaio cade la Giornata Mondiale della Memoria, la data in cui il mondo commemora le vittime dell’Olocausto per mano dei regimi nazi-fascisti, non tanto per la commemorazione in sé che pure ha un suo valore importante, quanto per fissare nella mente e nella coscienza collettiva il momento più buio della storia dell’umanità e fare in modo che l’uomo mai più cada così in basso.
E anche quest’anno mi arrovello per cercare informazioni sulle iniziative intraprese a Montegranaro, in particolar modo dal Comune, ma non riesco a trovare nulla. Gli anni passati mi ero rassegnato: con il succedersi di amministrazioni di cultura decisamente di destra avevo capito che si preferiva glissare e lasciare che la data scorresse e il calendario cambiasse foglio. Ma ora c’è un’amministrazione che fa riferimento, per larga parte, al centro sinistra e a ben altri valori. Mi aspetterei qualche manifestazione, un’iniziativa, qualcosa insomma. Invece, ad oggi, non sono a conoscenza di qualsivoglia proposta per celebrare degnamente la Giornate della Memoria anche da noi. Magari qualcosa c’è in programma, ma mancano pochissimi giorni e, se non è stata promossa fino ad ora, un’eventuale promozione affrettata equivarrebbe quasi a non farla. O forse non c’è davvero nulla in programma, chissà. Chissà che la componente di destra di questa amministrazione, che è minoritaria ma pesante politicamente e, soprattutto, è di destra ma di destra sul serio, avrà fatto valere il suo peso? Del resto il negazionismo è quasi bibbia in certi ambienti. Ora che ci penso, non solo in ambienti di destra, mi pare.

Luca Craia